2 pensieri riguardo “Proposte di emendamenti presentati al senato

  1. Per le opzioni esercitate in merito alla forma di contabilità tenuta (forfettaria, semplificata ordinaria ecc..) eliminazione del vincolo della permanenza temoporale. Ogni anno il contribuente, in base al proprio tax planing, deve essere libero di poter scegliere il regime contabile ritenuto più idoneo.

  2. La disposizione recante il credito d’imposta di cui all’art. 21 ter è limitativa. Se si considera che sono esclusi i “minimi” ed i “forfettari”, la fascia dei beneficiari entro il volume di affari di € 100.000,00 fa generare una piccola frazione di aziende. Il limite del Volume d’affari entro il quale beneficiarne, magari graduato, dovrebbe essere almeno a 250.000,00.
    Il compenso all’intermediario dovrebbe essere sempre previsto, magari di piccola entità come era in precedenza, di 1,00 a comunicazione.

Lascia un commento